Giuria 2013

La giuria scientifica che giudicherà le opere dei 60 artisti finalisti di Who Art You?2:

SARA LIUZZI
(Storica e critica d’arte, curatrice e redattrice indipendente, consulente d’arte)

Dopo la laurea in Conservazione dei Beni Culturali presso l’università di Siena, Sara Liuzzi inizia la sua carriera nel mondo dell’arte: prima come assistente di direttori di gallerie e musei e poi come curatrice di mostre e caporedattore di contenuti dedicati all’arte.
Sara Liuzzi si muove anche su terreni internazionali, collaborando con diverse istituzioni tra cui musei, fondazioni e case d’asta sia italiani che inglesi.
Ha frequentato diversi corsi per curatori con il critico Ludovico Pratesi, con lo storico e critico d’arte Giovanni Faccenda e presso la Central Saint Martins, College of Art & Design di Londra; si è inoltre specializzata con un master in Landscape design curator a Milano.
È stata membro del Comitato Scientifico Internazionale della Biennale d’Arte Contemporanea di Firenze 2011 e membro di Giuria di Yicca 2011 – 2012_Young International Contest of Contemporary Art.

FRANCESCO SALA
(Redattore di Artribune)

Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Nasce a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l’aiuto falegname, l’operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l’addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell’arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e management per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale “tg d’oro” della rivista Millecanali – Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. È molto interista. E’ redattore per Artribune.

MICHELE CASIRAGHI
(Regista)

Michele Casiraghi vive e lavora a Milano. Dopo gli studi in marketing alla New York University, lavora per network pubblicitari come McCann Erickson e Leo Burnett. Collabora a Sao Tomé e Principe in Africa con l’ONG Banhof per un progetto di formazione locale sulla comunicazione via internet. In Cambogia, dopo aver dedicato un primo anno al volontariato in strutture sociali, lavora nell’agenzia pubblicitaria americana Phibious a Phnom Penh, svolgendo mansioni di sviluppo e direzione dei progetti, training del personale e studi sul target locale. La sua passione per la foto-grafia e per il teatro lo porta ad una formazione presso le accademie A.C.A. di Sydney e Jacques LeCoq di Parigi. Nel 2001, la prima mostra fotografica “The Children In My I” sull’Africa. Nel 2007, il libro di fotografie “Desperate In a Nice Way” sull’Asia e, due anni dopo, una mostra di fotoarte sul movimento “Smaschere”. Nel 2010 dirige uno spettacolo teatrale a Parigi, “Sedimenti”. Dal 2004 partecipa come fotografo ad un asta di beneficenza annuale presso Sotheby’s. Nel 2011 realizza la regia di un corto “Adesso come adesso” in una comunità di riabilitazione sociale. Vince Who Art You? Nel 2012 con “Adesso come Adesso”.

CARLO MALANDRA
(Scultore)

Carlo Malandra nasce a Milano nel 1957. La grande passione per l’arte lo porta a diplomarsi presso la scuola d’arte superiore del Castello Sforzesco di Milano e a continuare i suoi studi all’Accademia Raffaello Sanzio di Urbino. Partecipa a diverse collettive in tutta Italia: Biennale di Arti Figurative a Lamezia Terme, Arte Fiera a Bologna. Negli anni ha esposto anche in diverse personali in tutto il nord Italia: Verona, Milano, Lissone.
Le prime opere di Carlo Malandra sono caratterizzate da forme ben delineate e leggibili: da qui poi partirà un percorso figurativo che si snoderà attraverso lo studio del segno che lo porterà a forme dal carattere astratto. Le sue sculture esprimono la capacità di sollevarsi, contro ogni pesantezza; la libertà delle linee diventa metafora dell’energia che ognuno ha dentro di sé e spinge il corpo a diventare spirito. Con le ultime opere, Carlo Malandra cerca un contatto coinvolgente per esprimere concetti universali: l’artista erige una porta ideale che collega la terra al cielo, l’uomo alla spiritualità.
“Si possono realizzare solo opere già visitate nel proprio percorso interiore, che prendono vita grazie all’urgenza della propria sensibilità, che diventa accecante, orienta e disorienta fino a fermarsi nell’equilibrio della forma, che risuona con il proprio essere.”

SIMONA RASPATELLI
(Scultrice)

Simona Raspatelli nasce a Foggia nel 1978, ma vive a Milano dove attualmente lavora come assistente amministrativo presso il Conservatorio di Musica Giuseppe Verdi.
Il primo contatto con la scultura lo ha appena quattordicenne con uno stage presso il laboratorio dello scultore foggiano Mimmo Norcia. Decide di continuare il suo percorso artistico iscrivendosi alla facoltà di Scultura all’Accademia di Belle Arti di Bolo-gna, dove si laurea nel 2006 con una tesi sui miti contemporanei. Durante l’università lavora a Valencia come assistente presso l’atelier dello scultore valenciano Alfonso Pereza Plaza. Il Master in Landscape Design Curator a Milano la porta a collaborare prima con il MART, il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Rovereto dove si occupa dell’organizzazione di diverse mostre e poi più stabilmente con l’Accademia di Brera dove progetta e realizza diverse sculture anche per privati. La passione per la scultura la porta anche a Londra, dove in uno stage presso la Royal British Society of Sculptors si occupa anche di ricerca e fundraising.

BEPPE TRECCIA
(Art Director di Galleria combines XL)
Giuseppe Iavicoli, in arte Beppe Treccia, è un creativo vastese che, dopo essersi occupato di numerosi eventi nella sua terra natale, da anni vive e lavora a Milano, dove si occupa di moda, design ed eventi.
Dopo la laurea all’Istituto Europeo di Design ha iniziato a lavorare in comunicazione occupandosi di arte, moda e design. Il suo primo successo personale arriva nel 1998 quando, insieme a Davide De Pas, vince un concorso per la creazione del logo e dell’immagine coordinata della nascente Gandalf Airline.
Attualmente lavora al progetto www.spazipossibili.com una piattaforma che promuove artisti e designer in spazi non convenzionali.
Nel 2007 in vista di Expo 2015, insieme al designer Gianluigi Ruju, ha deciso di realizzare Puzzle4Pace: il puzzle pluripartecipato più grande del mondo creato con tasselli ecocompatibili che si incastrano tra loro realizzando oggetti diversi. E’ propiretario e gallerista di combines XL, famosa galleria di Milano che ospiterà la personale dei vincitori di Who Art You? 2.

FEDERICA MORANDI
(Storica dell’arte, fondatrice di FMAP, collaboratrice di Exedra)

Federica Morandi, fondatrice e direttrice di FMAP, si laurea all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Rilevanti esperienze professionali tra cui presso il MAXXI, Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo (Roma), Christie’s Auction House (Londra), Flash Art International e Cardi Black Box (Milano), la inseriscono attivamente nel sistema dell’arte contemporanea, da cui ne deriva una profonda competenza e conoscenza del settore. Artisti, musei, gallerie, collezionisti e amatori d’arte di ogni parte del mondo sono perenne fonte d’ispirazione dei suoi progetti, realizzati sempre con passione ed entusiasmo.
Dalla passione e dall’esperienza maturata tra arte contemporanea, cultura e design, nasce FMAP, uno studio che si occupa di consulenza artistica specializzato nell’organizzazione e progettazione di eventi culturali. FMAP si occupa prevalentemente di arte e lifestyle, architettura e design. Lo studio è parte attiva del sistema dell’arte contemporanea grazie alla partecipazione alle fiere d’arte, al costante monitoraggio dei risultati delle aste e ai solidi rapporti con galleristi, artisti, art dealers, curatori e critici.

DAVID CHANCE FRAGALE
(Artista e fotografo)

“Da sempre cultore della sacra missione del raccontare storie, mi rifaccio ai menestrelli, aggiornandone il ruolo spaziando dalla scrittura al video-making, dall’illustrazione all’atto pratico dell’ars vivendi. Siamo noi le opere d’arte”.
David nasce a Caracas nel febbraio 1979 e studia all’Accademia delle Belle Arti di Brera a Milano, città dove in seguito lavora dividendosi tra Italia e Inghilterra e si specializza nel campo della creazione di eventi artistici e workshop per bambini e ragazzi. Attualmente vive a Cremona e continua a considera l’arte come solo uno dei mezzi di espressione dell’individuo: per questo si è appassionato alla fotografia, in grado di intrappolare cose e persone nel tempo, e che gli permette di raccontare splendide storie. Ha iniziato a manipolare i suoi lavori con il computer e negli anni quello che sembrava un passatempo, è diventato un tassello indispensabile per la sua carriera artistica.
Si è specializzato in photo concept design perché le sue fotografie, che nascono in modo spontaneo fuori dallo studio, dopo la lavorazione a computer diventano quasi delle illustrazioni, o meglio, foto illustrazioni. Partecipa a Who Art You? nel 2012 e inizia la fortunata collaborazione come docente per NOlab Academy del corso di Fotografia.

GRACE ZANOTTO
(Artista, socia fondatrice e presidente di Galleria Famiglia Margini)

Nata il 9 agosto del 1982, Grace ha due lauree: in Design Idustriale allo IED e in Arti Visive – Scultura presso l’Accademia delle Belle Arti di Brera. È attualmente segretario del movimento dei Liberi cittadini del mondo.
La ricerca di una possibilità di salvezza del genere umano l’ha spinta a realizzare performance in cui la fisicità si scontra con le regole imposte dalle tribù di oggi. Le sue sculture ed oggetti sono spesso frutto di una rielaborazione di scarti di produzione industriale, elementi imperfetti che concorrono con la loro unicità a rappresentare corpi, animali, arredi e giochi. Tra le mostre collettive a cui ha partecipato: Biennale di Caserta, MiArt, Miami Art Basel. Nel 2004 partecipa alla mostra “Peggy and Beyond” alla Guggenheim di Venezia.
Il 26 gennaio 2006 apre come socia fondatrice e presidente la galleria d’arte contemporanea Famiglia Margini.
Navigando fra sinergie e nuove correnti artistiche, ha intensificato l’attività di curatela nella ricerca e proposizione di giovani artisti italiani e stranieri fornendo una mappatura del contemporaneo per catturare le innovazioni in anteprima.
Idealizzando il lavoro di curatela come possibilità di radunare gli artisti pronti ad assumere il proprio ruolo sociale e di incanalare messaggi nella rete delle comunicazioni, viene convocata come giurata del concorso “Walk on Rights” nel 2009 di Amnesty International dove l’arte si pone a difesa dei diritti umani.
Interessata al Burka come massima icona della sottomissione umana, lo assume e lo ricostruisce con coraggiosa autoironia.
Allo scopo di portare nell’unica strada che attraversa il mondo, il valore del dialogo e del rispetto dell’altro, si assume il compito di animare un gruppo di lavoro intercontinentale che collabora a costruire e documentare fotograficamente il percorso delle SuperBurkaGirl.
Oggi la sua ricerca curatoriale si spinge a ricanonizzare il valore del Bello nel contemporaneo attraverso le arti figurative per trovare delle risposte allo spaesamento emozionale.

CLAUDIO JACCARINO
(Maestro acquarellista)

“Usa il colore contro molte malattie dell’anima. Il colore come gioia. La pittura come libertà. Il disegno come diario di viaggio: quel viaggio che è poi la vita”.
Classe 1952, sposato con la scultrice Teresa Riccio, Claudio Jaccarino è un artista poliedrico e noto acquarellista. Ha studiato filosofia, è disegnatore, pittore e scrittore, ma anche attore di teatro e cinema, sceneggiatore, editore ed organizzatore di eventi artistici ed istallazioni. È innato il suo desiderio di cambiare il mondo e di nutrire costantemente il libero pensiero. Dal 1983 in Argentina partecipa alla fondazione di Willaldea, il villaggio del teatro. Sostenitore della Shared Art (arte condivisa) realizza “opere a quattro mani” con l’artista olandese Martha Nieuwenhuijs, la calligrafa cinese Chen Li, il writer argentino Terno.
Durante la sua carriera ha esposto in Argentina, Francia, Spagna, Svezia e Italia. Nel 1995 a Milano fonda il Laboratorio di Cromografia dove tiene corsi di pittura e approfondisce una personale riflessione pratica e teorica sul colore, il segno e l’emozione.
Negli ultimi anni, insieme all’associazione CamminAmare, ha realizzato lunghi percorsi a piedi ( da Roma a Ventimiglia 2009 / da Milano a Genova 2010 / La Basilicata da costa a costa 2011 ) in cui documenta la trasformazione del paesaggio italiano e realizza giornali di viaggi con il disegno, l’acquarello e la scrittura.
Un suo allievo storico vince Who Art You? Del 2012 nella sezione pittura . Ne nasce così una fortunata collaborazione con NOlab per la produzione dei suoi libri d’arte.

ANDREA TESTAVERDE
(Responsabile marketing del brand Carlsberg, fotografo e collezionista)

Andrea nasce a Napoli nel 1982 e cresce in una famiglia di architetti interessati all’arte e curiosi dei nuovi movimenti artistici internazionali. La prima macchina fotografica con cui gioca è quella del padre, è una Nikon F4, innovativa a suo tempo per l’autofocus automatico. E da allora la fotografia diventerà il suo gioco preferito.
Approda a Carlsberg nel 2011 e in Milano incontra l’alleata giusta per coltivare la sua passione e avvicinarsi all’arte in generale. Inizia così a frequentare le giovani gallerie milanesi cercando di costruire la sua giovane collezione personale. Nel 2012 incontra anche Who Art You? e crede subito nel progetto e nella finalità di essere innovativi, così come lo è l’Azienda Carlsberg Italia che ha rivoluzionato il mondo della birra alla spina con la sostituzione dei fusti in acciaio con fusti in PET riciclabile. Poter trasformare materiali di risulta industriale, come i fusti in PET, in chiave artistica è ciò che lo convince a portare avanti il gemellaggio con Who Art You?2.

ARIANNA ZANCHETTA
(Gallerista e collezionista)

Nei primi anni novanta lavora presso la Galleria Risorgimento di Legnago in provincia di Verona. Una galleria poliedrica che trattava di Futurismo, di 900 storico italiano e di correnti più attuali come l’informale, l’espressionismo, l’astratto e l’arte nucleare.
L’amore per l’arte, quello viscerale e primordiale, lo deve al padre che accompagnava Arianna e i suoi fratelli a visitare gli studi di artisti come Guttuso, Morlotti, Aligi Sassu. L’esperienza personale e l’attrazione per il contemporaneo hanno accresciuto quella passione trasformandola in esperienza e “smania” di raccolta, dando più consapevolezza al gusto e alla classificazione delle opere collezionate.
Dopo l’esperienza lavorativa in Italia, nel 1995 si trasferisce a Londra dove vive per 13 anni. Nella metropoli inglese frequenta la Drama School presso l’ Islington College e la City Academy Acting Class a Holborn.
Il suo progetto di Galleria d’Arte Virtuale nasce da un gruppo di amici appassionati del settore che vogliono creare uno spazio unico ed attuale per artisti nazionali ed internazionali.
La Galleria virtuale raccoglierà le opere di artisti in ogni campo delle principali espressioni visuali offrendo però un nuovo inserimento dell’opera d’arte e una fruizione più facile, accessibile e interattiva. La galleria sarà un luogo in 3d da esplorare comodamente dalla propria postazione digitale; come una vera galleria d’arte. Si percorreranno corridoi, sale e aree riservate ai singoli artisti, di cui si potranno vederne i contenuti, le tecniche e non mancheranno spazi dedicati alle curiosità , newsletter e pubblicazioni.

GIACOMO NICOLELLA MASCHIETTI
(Giornalista professionista)

Laureato in filosofia della scienza magna cum laude all’Università Statale di Milano, inizia da subito a lavorare nel circuito dell’arte contemporanea. Dopo una breve esperienza come assistente di galleria presso lo Studio d’Arte Cannaviello di Milano, con un particolare focus sul post espressionismo tedesco degli anni ’80, ha lavorato presso la Galleria Consadori e Curti & Gambuzzi. Nel 2007 entra in contatto con CNBC. Oggi è autore e presentatore di diversi programmi sull’arte moderna e contemporanea, con una specializzazione e focus sul mercato dell’arte. Come freelance scrive per Arslife.com e Flashartonline.it, dove gestisce due rubriche. È anche editor per i servizi di arte del canale IRIS di Mediaset e conduttore dei programmi “Top Lot, le aste in diretta” e “Art TV, la settimana dell’arte” per CNBC e ClassTV.
Presentatore e moderatore ufficiale (dall’edizione 2012) dei St.Moritz Art Masters.